Tartarughe Ninja Punto Croce Michelangelo

Con il prossimo lavoro a punto a croce vi porteremo nel mondo delle Tartarughe Ninja, il cartone animato e fumetto che dagli anni ’80 è diventato un cult per i ragazzi di oggi e di allora. Il soggetto da riproporre qui è Michelangelo, il Ninja dei quattro più burlone e simpatico, che non disdegna la pizza, i balli e le buone compagnie. Lo schema è di facile esecuzione e molto colorato: vediamo come fare.

Un disegno molto simpatico

Michelangelo è allegro, simpatico e divertente, e così saranno anche i colori che verranno utilizzati per questo ricamo, su tela Aida a trama mediana (44 fori circa per 10 cm), ago numero 22 e cotone DMC o Anchor Mouliné a due fili. La grandezza dello schema da considerare è di 55 punti di larghezza per 60-65 di altezza. Partire con la bordatura vi sarà più agevole: utilizzate il grigio medio DMC 451 (Anchor 233) per questa operazione e per colorare le pupille degli occhi. Una volta delineati tutti i contorni come da schema, cominciate a riempire i vuoti con il colore: la benda/bandana di Michelangelo è di un arancio vitaminico che infonde allegria, il DMC 970 (Anchor 316). Subito dopo occupatevi dell’interno degli occhi con il DMC Blanc (Anchor 2). Non restano che il volto e la bocca: il primo andrà riempito con il verde oliva DMC 471 (Anchor 266), mentre la seconda la ricamerete con il rosa DMC 963 (Anchor 73).

La saga Ninja in punta di ago

Questo lavoro a punto a croce è l’ideale per creare bavaglini, tovagliolini, tovagliette, anche in coordinato se vi va, utilizzando come soggetti tutti e quattro i protagonisti della saga Ninja. Un’idea originale potrebbe essere quella di applicare il vostro ricamo su un tappetino per il mouse o su un sottotazze, per rendere più allegra la colazione dei più piccoli.